Timothée, l'aulète thébain

TitleTimothée, l'aulète thébain
Publication TypeJournal Article
Year of Publication2002
AuthorsBélis, A
Ancient AuthorsTimotheus Lyr. (TLG 0376)
JournalRevue belge de philologie d’historie
Volume80
Issue1
Pagination107-123
Keywordsauleta, innovazione, storia della musica, Timoteo di Beozia
Abstract

Accanto al famoso citaredo Timoteo di Mileto, vi fu anche, nel IV sec. a.C., un Timoteo celebre auleta: l'omonimia ha però spesso impedito anche solo di riconoscere l'esistenza dell'auleta (manca perfino nella RE). Eppure anche la Suda ha cura di distinguere i due personaggi (vd. s.v. Timótheos Milésios) e le fonti su di lui non mancano. Beota, ebbe la sua prima affermazione importante nel 360-357 a.C. (ca. ventenne) ad Atene, accompagnando il coro nell'Aiace furente di Timoteo di Mileto (Luc. Harmonid. 1) [111-112]; partecipò poi agli agoni musicali indetti da Filippo II di Macedonia durante l'assedio di Metone (354 a.C.), concorrendo contro i più anziani Antigenida e Crisogono (tutti e tre gli auleti interpretarono un ditirambo Ciclope di autori della prima metà del